i pittori di via palazzo, gruppo la torre, pittori mestre, arte, artisti, pittori mestrini, veneziani, pittori, scultori, galleria d’arte, baraldi elisa, cabianca daniele, candeago giovanna, caselli aldo, cazzaro eros, desanti federico, duodo bruno, fiore desiderio, giannuzzi rosalba, giannuzzi oronzo, giannuzzi rosalba, idi luciano, marin daniela,  oselladore enrico, rossato franco, salvadori annamaria, serena antonio, serena michele, simionato gianni, tenderini luigino, vian giuseppe, en plain air, extempore, venezia,  mestre, via palazzo,
associazione LA TORRE mestre
ipittoridiviapalazzo venezia - mestre
associazione culturale pittori e scultori mestrini
evento collettiva Prigioni Venezia
con il Patrocinio Assessorato alle Attività Culturali
COLORI  ILAGUNA
Idi Luciano, Castellani Alfredo, Prof.Damiani Luciano, Tenderini Luigino,Serena Toni, Serena Michele, Simionato Gianni, Cabianca Daniele, Pavan Sandro,Caselli Aldo, Rossato Franco, Baraldi Elisa, Assessora Agostini Tiziana, Salvadori Annamaria, Candeago Giovanna, Cazzaro Eros, Desanti Federico, Giannuzzi Oronzo, Oselladore Enrico
Di seguito le opere presentate dagli artisti
ALDO CASELLI
ALFREDO CASTELLANI
ANNAMARIA SALVADORI
DANIELE CABIANCA
ELISA BARALDI
ENRICO OSELLADORE
EROS CAZZARO
FEDERICO DESANTI
FRANCO ROSSATO
GIANNI SIMIONATO
GIOVANNA CANDEAGO
LUCIANO IDI
LUIGINO TENDERINI
MICHELE SERENA
ORONZO GINNUZZI
SANDRO PAVAN
ANTONIO SERENA
clicca sulle foto per ingrandire
Si e’ conclusa col successo che immodestamente si meritava questa Mostra collettiva “Colori in laguna” nel Palazzo delle Prigioni di Venezia. Piu’ di 2000 presenze hanno gratificato i nostri sforzi organizzativi e quelli del Circolo Artistico di Venezia che gestisce le storiche stanze del palazzo per queste manifestazioni. Quante volte quei 17 di noi saranno passati davanti a quello scorcio di meraviglie rappresentate dal Palazzo Ducale , il Ponte della Paglia con la sua vista sul Ponte dei Sospiri fino all’attiguo Palazzo delle Prigioni. Non avrebbero mai pensato che un giorno sarebbero stati ospitati con le proprie opere pittoriche proprio in quel posto, dentro quelle mura che trasudano storia di un passato di sofferenze. Ma il Palazzo delle Prigioni adesso si riscatta con le innumerevoli mostre e le occasioni di far conoscere il bello e il buono dell’umanita’: l’arte. Anche i pittori dell’Associazione LA TORRE di Mestre hanno avuto il privilegio di esporre quel drappo rosso che spesso campeggia davanti al Palazzo: e’ un richiamo con nomi di fama internazionale spesso legati alla piu’ famosa passerella di arte internazionale che e’ la Biennale di Venezia. Stavolta sul grande drappo rosso c’erano le insegne del Comune di Venezia Assessorato alle Attivita’ Culturali che ha patrocinato la nostra mostra e in grande il nome dell’ “Associazione culturale pittori e scultori mestrini LA TORRE”. Da adesso in poi transitando davanti a quei luoghi i diciassette artisti mestrini sospireranno un po’ come i condannati che venivano trasferiti dal Palazzo Ducale all’interno delle Prigioni passando dal ponte chiamato poi dei sospiri. Ma i nostri sospireranno ricordando che tra il 7 e il 26 febbraio del 2013 si e’ svolta questa mostra collettiva “Colori in laguna” che ha portato artisti con storie diverse, passioni simili e stili esclusivamente personali sulle acque della laguna e del bacino di S. Marco. Magari quando ripasseranno davanti a quei luoghi per una passeggiata domenicale o per un viaggio in battello verso il Lido con un moto di orgoglio diranno ad amici, parenti, figli o nipoti che “..li’, proprio li’ dentro al Palazzo delle Prigioni…ho esposto anche io!”. La vitalita’ artistica e il nostro essere gruppo si confermano le uniche chiavi per aprire insperate porte, per arrivare ad esporre i nostri lavori anche in luoghi solo sognati. Avanti cosi’, impegnati e sereni anche di fronte alle difficolta’ di un momento difficile per la storia sociale e l’economia del nostro paese . Noi siamo ricchi se non altro dei nostri colori, delle fantasie, delle ricerche che sappiamo fissare su tela. Rendere partecipi tutti delle nostre emozioni e’ un dono che facciamo agli altri ma principalmente a noi stessi, al nostro territorio e al mondo che verra’ al quale speriamo, con tutta la modestia del caso, di lasciare un segno. Ringraziamo tutti coloro che ci sono stati vicini aiutandoci anche solo con una parola di incoraggiamento, quelli che ci seguono da sempre nelle mostre mensili in via Palazzo dove ci saremo sempre puntualmente come accade da piu’ di un decennio. Daniele Cabianca
CITTA’ DI VENEZIA